Dalla mostra fotografica all’EcoSuq, le iniziative speciali

Il SUQ Genova Festival delle Culture è da sempre un’occasione per confermare un impegno interculturale, sociale ed educativo, nella direzione delle solidarietà e del rispetto, del dialogo aperto fra linguaggi artistici, tradizioni e saperi che da sempre lo contraddistinguono.

La mostra a cielo aperto

In occasione del suo 15° compleanno, il SUQ Festival sarà arricchito da una mostra a cielo aperto, allestita all’ingresso della Piazza delle Feste al Porto Antico: un album in cui i visitatori potranno idealmente ‘sfogliare’ foto e testimonianze delle 15 edizioni del festival.

Un allestimento che farà rivivere a tutti, pubblico e artisti, i momenti più emozionanti di questi quindici anni. Un percorso di grandi foto, affiancate dai messaggi più belli scritti sul libro del SUQ negli anni. Frasi e dediche di eminenti personalità della vita culturale, sociale e politica contemporanea

Mi piacerebbe che l’Italia fosse come questa bella piazza, intelligente, allegra, serena e piena di energia! LAURA BOLDRINI, già portavoce dell’Alto commissariato Onu per i rifugiati politici e attuale Presidente della Camera

Al SUQ mi sono sentito come a casa mia. Mons. DOMENICO MOGAVERO

Il SUQ non é un luogo, é un’esperienza. Grazie delle emozioni! VLADIMIR LUXURIA

SUQ della rinascita. SUQ del futuro. Da qui si riparte. MONI OVADIA

Le torte dei 15 anni, etniche ed etiche

Ogni sera ospiti internazionali taglieranno una delle 15 torte etniche su cui insieme al pubblico si spegneranno le candeline simboliche per “soffiare via il razzismo”. Le torte saranno offerte al SUQ da Catering Etico (www.cateringetico.com)

Eco SUQ

In linea con le principali manifestazioni culturali europee sugli indirizzi di tutela ambientale, il SUQ da alcuni anni si propone sempre di più come luogo di ricerca e di sviluppo delle buone pratiche per la sostenibilità sociale ed ambientale. Per questo insieme alle attività interculturali, saranno proposti incontri, presentazioni di libri, spettacoli laboratori dedicati all’alimentazione senza sprechi e solidale, all’educazione al riciclo, alla raccolta differenziata, al risparmio e al buon utilizzo delle fonti energetiche. Principali partner: Fondazione Muvita, Coop Liguria, Iren, Pallino Verde, Acquario di Genova, Re Mida, Novamont.

Grazie alla sponsorizzazione tecnica dell’Azienda Novamont, leader nel settore delle bioplastiche, anche quest’anno il pubblico avrà a disposizione piatti e stoviglie del SUQ in Mater-Bi. Fa parte della rassegna Eco SUQ anche l’iniziativa La sicurezza non è un azzardo, promossa da Iren: mercoledì 19 alle ore 17, con uno speciale “gioco delle tre carte”: messo di fronte a diverse situazioni domestiche, chi sa individuare la carta giusta nell’utilizzo degli apparecchi a gas vince un simpatico omaggio. All’Eco SUQ partecipa anche Coop Liguria, con la presentazione del progetto GVC ‘Burkina Faso: insieme per la vita’ e ‘Coop dove i prodotti valgono, i fiori a ‘km giusti : lunedì 17 giugno alle ore 18.30 con Mauro Bruzzone Vice Presidente Coop Liguria e Luigi Seghezzo Gruppo Volontariato Civile, sarà offerto un aperitivo solidale e donato un bouquet solidale alle associazioni femminili.

La Tenda Marocchina da cerimonia

Novità del 2013 sarà una Tenda Marocchina da cerimonia posizionata all’esterno del SUQ, in occasione dell’arrivo al SUQ delle carovane dei Festival del Deserto. La Tenda ospiterà ogni giorno, nelle ore pomeridiane, attività laboratoriali dedicate all’educazione al riciclo, alla raccolta differenziata, al risparmio energetico per il futuro sostenibile delle nuove generazioni.

Nelle ore pomeridiane e serali, la Tenda Marocchina, in grado di accogliere una cinquantina di persone, sarà animata da racconti, letture e performance artistiche che si possano giovare del rapporto intimo e concentrato che si potrà stabilire tra pubblico e artisti.

#helpSUQ

Il SUQ ha recentemente lanciato #helpSUQ, un’iniziativa speciale di ‘crowdfunding’, forma partecipativa di finanziamento dal basso, attraverso la piattaforma Buonacausa.org, per continuare a far vivere e crescere, in tempi di crisi e tagli alla cultura, una manifestazione molto amata dal pubblico (oltre 65.000 visitatori nel 2012). Una vera e propria chiamata a raccolta di amici e simpatizzanti, ma anche un appello alle Istituzioni locali – a cominciare da Comune di Genova e Regione Liguria – e agli sponsor, per mettere in sicurezza un’iniziativa artistica e culturale di alto livello, come dimostrano i molti prestigiosi riconoscimenti nazionali ed internazionali.

Annunci